Consulta dello sport

La creazione di un fondo economico di sostegno a favore delle associazioni sportive

È quanto emerso dall’incontro tra la Consulta per lo sport e l’amministrazione comunale

Attualità
Giovinazzo venerdì 09 aprile 2021
di La Redazione
Il Direttivo della Consulta dello Sport di Giovinazzo
Il Direttivo della Consulta dello Sport di Giovinazzo © Nc

L’amministrazione comunale si impegna reperire risorse economiche, compatibilmente con le risorse da ascrivere in bilancio, per la creazione di un fondo da destinare alle associazioni sportive più colpite dalle chiusure causate dalla pandemia in corso.  È quello che emerso dall’incontro che il sindaco Tommaso Depalma, l’assessore allo sport Gaetano Depalo e l’assessore al turismo Cristina Piscitelli, hanno avuto con le associazioni sportive giovinazzesi, rappresentate da Gaetano Illuzzi, presidente della Consulta cittadina per lo sport. 

Sul tavolo dell’incontro non solo la situazione di quelle società sportive iscritte ai campionati nazionali e che quindi hanno potuto svolgere seppur tra mille difficoltà la loro attività agonistica, ma anche quelle associazioni, come le tante palestre, che proprio a causa del Covid, da oltre un anno ormai, son chiuse. Per loro, oltre ai mancati introiti, la difficoltà sta nel dover sostenere le spese relative al mantenimento delle palestre. Sono state queste le problematiche principali affrontate in video conferenza e la necessità di superare le criticità è diventata di primaria importanza.  In previsione anche di un possibile ritorno allo svolgimento delle attività sportive in un futuro prossimo. L’amministrazione comunale ha promesso di agevolare il percorso di richiesta e concessione degli spazi pubblici all’aperto, per cominciare, oltre alla valutazione di specifici requisiti per sostenere le associazioni sportive più colpite dalla crisi. 

Oltre alla creazione del fondo economico, l’amministrazione si è impegnata anche, con il coinvolgimento delle parti in causa, di costituire una cabina di regia per condividere le proposte e quindi le possibili misure di sostegno, e veicolare quindi le richieste a livello regionale e nazionale. 

Lascia il tuo commento
commenti