Hockey pista, 16esima giornata

L'Afp cade anche Scandiano, biancoverdi sempre più ultimi

Gli emiliani si impongono 6-0. Ormai solo la matematica tiene vive le speranze dei biancoverdi

Altri Sport
Giovinazzo domenica 14 gennaio 2018
di La Redazione
Scandiano-Afp
Scandiano-Afp © You

Ottava sconfitta sconfitta consecutiva per l'Afp, battuta ieri sera 6-0 dallo Scandiano nell'anticipo della 16esima giornata di hockey pista (tutte le altre partite si disputeranno martedì). La sconfitta, avvenuta contro una diretta concorrente per la salvezza, condanna in pratica il Giovinazzo alla retrocessione. I biancoverdi in classifica sono sempre più ultimi, adesso distaccati di 5 punti (e gli scontri diretti a sfavore, quindi ne servirebbero almeno sei) dalla terzultima posizione occupata proprio dallo Scandiano.

La partita purtroppo è stata a senso unico. L'Afp si è presentata in Emilia con Bavaro Vincenzo, Marzella, Depalma, Turturro, Bavaro Luigi, Dilillo e i due portieri Belgiovine e Lanza. Emiliani sempre avanti nel punteggio e a segno nel primo tempo con Marchesini al 16' e Crespo al 20'. Nella ripresa l'uno-due di Franchi e Marchesini danno un'indirizzo preciso alla partita. Nel finale Franchi e Pilati arrotondano ulteriormente il punteggio fissandolo sul 6-0 definitivo.

Sabato prossimo al PalaPansini arriva il Breganze.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luigi carrieri ha scritto il 14 gennaio 2018 alle 12:31 :

    Io mi chiedo che senso abbia andare avanti in questo modo. Capisco e ammiro i giocatori che per puro spirito sportivo continuano ad andare avanti ma il divario tecnico tra la compagine pugliese e le altre squadre è talmente evidente (e perdere 6-0 con la penultima conferma tutto ciò) da rendere davvero inutile se non addirittura dannoso per immagine e la storia che afp ha sempre avuto nel panorama hockeistico nazionale ed internazionale proseguire il campionato (già era difficile con i ranghi iniziali con balmaceda giudici Santeramo e antezza) ma adesso oltre ad essere impossibile è davvero doloroso. Per favore chi di dovere faccia qualcosa. Rispondi a Luigi carrieri