Calcio a 5, oggi pomeriggio alle 16

Coppa Italia, Giovinazzo C5 a caccia della qualificazione al terzo turno

Biancoverdi impegnati a Campobasso. Chiereghin: «Sarà una gara fondamentale»

Altri Sport
Giovinazzo sabato 13 gennaio 2018
di La Redazione
Roberto Chiereghin, allenatore del Giovinazzo C5
Roberto Chiereghin, allenatore del Giovinazzo C5 © Nc

Dopo il rotondo successo in campionato di sabato scorso sul campo del Futsal Capurso, il Giovinazzo C5 va a caccia di certezze anche in coppa Italia. Oggi pomeriggio alle 16, i biancoverdi sono impegnati sul rettangolo di gioco della Chaminade Campobasso in occasione del secondo turno (gara unica) di coppa. «Non sarà assolutamente una tappa come tutte le altre - ammonisce il tecnico, Roberto Chiereghin -. Sarà una partita importante e fondamentale, da dentro o fuori, per continuare a giocarsi un obiettivo prestigioso come l'accesso alla final eight di Coppa Italia».

Il club del presidente Antonio Carlucci salirà in Molise con più certezze circa la propria forza, se mai ce ne fosse stato bisogno. «È cambiato l'approccio mentale – spiega l’allenatore giovinazzese -, c’è voglia, c’è convinzione. Qualcuno, tempo fa, uscendo dal nostro spogliatoio disse: “Vado via perché a Giovinazzo sono cambiati gli obiettivi". Bene, siamo in corsa per i playoff, il nostro obiettivo stagionale, e continuiamo a cullare il sogno della final eight. I ragazzi questo, l'hanno capito e si sono ulteriormente compattati».

Insomma, non era affatto un problema fisico, se c’era era un problema prettamente mentale. «Forse sì», risponde Chiereghin. Peccato aver incontrato troppo spesso le squadre più forti come l’Atletico Cassano. Ma si cresce anche così. «Di sicuro, però, proprio da quella gara, persa e tutti ricordano come, la squadra si è ritrovata, sono ritornati e l’autostima del gruppo. E ora tutto è possibile». A cominciare dalla sfida di Campobasso, sponda Chaminade. Una partita che Chiereghin ha preparato «come tutte le altre, lo spirito però è decisamente diverso. Speriamo che sia il campo, adesso, a certificare la crescita di questo nuovo Giovinazzo C5».

Lascia il tuo commento
commenti