Calcio a 5, serie B sesta giornata

Giovinazzo C5 beffato dal Canosa a 10 secondi dalla sirena

Gli ospiti passano al PalaPansini 4-3. Terza sconfitta per la squadra di Chiereghin

Altri Sport
Giovinazzo domenica 12 novembre 2017
di La Redazione
Giovinazzo C5
Giovinazzo C5 © Nc

Il Giovinazzo C5 cade ancora. A 10 secondi dalla fine il Canosa firma il gol del 4-3 con l spagnolo Zafra, quando tutto sembrava ormai pronto per l’equa divisione della posta in palio. Un gol pesantissimo che premia oltremisura un Futsal Canosa che aveva creato pochissimo nella ripresa, gol che è una vera e propria beffa per il Giovinazzo C5, che dopo il 3-2 aveva controllato senza problemi gli avversari, e pensato persino di vincere. L’organizzazione perfetta della squadra di Roberto Chiereghin crolla in coda: il 3-3 è di Mazzone, il 3-4 conclusivo arriva dai piedi di Zafra (due gol subiti in poco più di tre minuti, nda), con la squadra di casa tutta riversata nella metà campo avversaria. Adesso in classifica sono otto le lunghezze di distanza dei biancoverdi dalla capolista Ortona. Il doppio dei punti che separano il Giovinazzo dal fanalino di coda Ruvo.

In avvio il primo squillo è di Cutrignelli (diagonale a lato), ma l’occasione migliore è del Futsal Canosa: Mazzone piazza un cross basso, Elia si fa trovare al posto giusto e rompe subito l’equilibrio: 0-1. Il Giovinazzo C5 risponde alla stessa maniera, con un’azione analoga: Cutrignelli serve a centro area Depalma per il destro vincente (1-1). Ancora pericolosi gli ospiti, col palo colpito da Mazzone, mentre dall’altra parte si rivede Morgade, su cui Lopopolo non ha grandi problemi. La squadra dell’ex ds biancoverde Sabino Samele è accorta in fase difensiva e rimette istantaneamente la testa avanti: è Zafra, infatti, a castigare Di Capua per il nuovo vantaggio a tinte rossoblu (1-2). Il Futsal Canosa continua ad offendere e crea due nitide palle gol (con Mazzone e Rueda dopo il palo colpito da Zafra) che costringono Di Capua a rifugiarsi in corner. Il monologo cambia quando Depalma sbatte su Lopopolo (e poi sul proseguimento dell’azione Piscitelli colpisce il palo), ancora Depalma impegna nuovamente il portiere del Futsal Canosa, successivamente salvato dalla traversa centrata da Rafinha, e costretto agli straordinari con una parata super all’incrocio dei pali su Morgade, prima degli interventi ad alto coefficiente di difficoltà su Bonvino, Piscitelli (con la palla che danza sulla riga bianca) e ancora Rafinha. Il lampo biancoverde è però nell’aria e arriva su tiro libero: Cutrignelli calcia di destro e mette il pallone nel sette, per il 2-2 che chiude i primi 20 minuti.

L’inizio della ripresa è caratterizzato dai tentativi (fuori misura) di Mazzone e Rueda, dalle grandi parate di un monumentale Di Capua, su Zafra e Rueda, ma soprattutto dal 3-2 di Cutrignelli che dal limite raccoglie e scaglia un tiro potente con la deviazione beffarda di Zafra che fa secco Lopopolo. È festa al PalaPansini, ma il Futsal Canosa preme sul pedale dell’acceleratore (Di Capua, però, rende vani gli sforzi di Zafra, che colpisce anche una traversa, e Mazzone, mentre Rueda indossa la maglia col buco) e con Mazzone riapre i giochi: 3-3. Non è finita: Morgade entra in campo nei panni di quinto di movimento, ma a 10 secondi giunge il 3-4 griffato Zafra (destro a porta sguarnita). Per il Giovinazzo C5 davvero una beffa atroce.

Tabellino

Giovinazzo C5 – Futsal Canosa 3-4

Giovinazzo Calcio a 5: Di Capua, Nassisi, Bonvino, Roselli, Morgade, Piscitelli, Depalma R., Cutrignelli, Rafinha, Depalma V., Mongelli, Pastoressa. Allenatore: Chiereghin.

Futsal Canosa: Lopopolo, Bilanzuoli, Eric, Patruno, Bruno, Subrizio, Masotina, Rueda, Mazzone, Zafra, Elia, Sciannamea. Allenatore: Trallo.

Arbitri: Domenico De Candia (Molfetta) e Nicola Acquafredda (Molfetta).

Reti: 2’ pt Elia, 3’ pt Depalma, 5’ pt Zafra, 19’ pt Cutrignelli t.l., 7’ st aut. Zafra, 17’ st Mazzone, 19’ st Zafra.

Ammonizioni: Depalma, Bruno e Rueda per giorno non regolamentare.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette