Calcio a 5, serie B seconda giornata

Il Giovinazzo C5 in trasferta ad Altamura, vietato sbagliare

Chiereghin avverte l’ambiente: «Un altro passo falso sarebbe difficile da mandare giù». Ancora in dubbio il portiere Di Capua. Torna Morgade

Altri Sport
Giovinazzo venerdì 13 ottobre 2017
di La Redazione
Giovinazzo C5, Roberto Chiereghin
Giovinazzo C5, Roberto Chiereghin © Nc

Vietato sbagliare per il Giovinazzo C5 alla vigilia dell’inedita trasferta di Altamura, contro una squadra (neopromossa in serie B), in programma domani pomeriggio alle ore 16. Ancora da valutare le condizioni del portiere Di Capua: Roberto Chiereghin potrebbe dover ricorrere nuovamente al baby Pastoressa. «Non è una situazione piacevole – ammette il tecnico -. Spero di poter recuperare Di Capua, fermo restando che Pastoressa, sabato scorso, ha giocato con una tranquillità da veterano».

Ci sarà invece Morgade, al rientro dopo il turno di squalifica. Il trainer del Giovinazzo C5, in ogni modo, non vede l’ora di riscattare il 5-5 col Futsal Capurso: «Probabilmente abbiamo pagato un black out mentale che ci ha condizionato per tutto il secondo tempo - ricorda il tecnico -. Non ho messo il portiere di movimento proprio per quello, non vedevo nei miei giocatori la necessaria lucidità. Adesso, però, non possiamo sbagliare: siamo consapevoli che ad Altamura sarà altrettanto dura, ma servono punti».

Anche perché un altro mezzo passo falso potrebbe avere risvolti imprevedibili: «Diciamo che si creerebbe una situazione complicata, - avvisa Chiereghin - che sarebbe davvero difficile da mandare giù». Infine, un commento sulla rinuncia dell’Isernia C5 a disputare il campionato di serie A2: un fulmine a ciel sereno in casa biancoceleste e per tutta una tifoseria che solo pochi mesi fa aveva festeggiato lo straordinario salto di categoria al termine di un duello avvincente vinto al fotofinish proprio contro il Giovinazzo C5: «Purtroppo è sempre difficile commentare così da lontano questo tipo di vicende – analizza Chiereghin -. Dispiace ancora di più quando a essere coinvolte sono persone che meritano il massimo rispetto e la massima considerazione, come il mio carissimo amico Fausto Scarpitti, condottiero di un campionato incredibile l'anno scorso e che abbraccio forte».

Intanto proprio dal club molisano, dopo essersi svincolati, si sono accasati al Cln Cus Molise (prossimo avversario dei giovinazzesi al PalaPansini, nda), due autentici pezzi da novanta come Melfi e Bidinotti: «Il dispiacere della rinuncia dell’Isernia C5 – conclude Chiereghin - è poi amplificato dal fatto che esiste sempre qualcuno che gode delle disgrazie altrui e nelle ultime vicende c’è l’esempio tangibile delle conseguenze di quello che è successo».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette