La nota

PrimaVera Alternativa denuncia: «Uso improprio dell'auto comunale»

Nel mirino la presenza del Sindaco ad un comizio politico venerdì scorso. La replica di Depalma: «Di passaggio tra vari impegni istituzionali»

Politica
Giovinazzo domenica 10 giugno 2018
di La Redazione
L'auto del comune di Giovinazzo
L'auto del comune di Giovinazzo © Nc

Riguarda l'automobile del Comune di Giovinazzo l'ultima polemica della politica locale. Secondo quanto afferma PrimaVera Alternativa venerdì scorso il mezzo sarebbe stato usato dal sindaco Tommaso Depalma per presenziare ad un comizio politico a Casamassima.

«Emblematico, ma solo l’ultimo di una lunghissima serie di episodi, quanto accaduto venerdì sera, quando disinvoltamente (Depalma, ndr) ha utilizzato l'auto della protezione civile del Comune di Giovinazzo per farsi scorazzare a Casamassima per intervenire in un comizio di un candidato locale - sostiene Pva in una nota -. E come non bastasse, per sottolineare la sua avversione alle regole e non passare inosservato, Depalma ha deciso di parcheggiare l'auto comunale anche sulle strisce pedonali. Un uso improprio, quasi privatistico dei beni pubblici, che è quanto di peggio un amministratore possa fare. A parte i profili di responsabilità erariale e penale da accertare, resta il fatto sconcertante ed eticamente esecrabile di soldi dei contribuenti giovinazzesi, già vessati da una tassazione elevatissima, letteralmente gettati al vento per pagare carburante e lavoro straordinario all'autista comunale per questioni strettamente personali».

LA REPLICA «Questa è una non notizia - replica secco Tommaso Depalma -. Ero a Casamassima di passaggio tra vari impegni istituzionali. Infatti subito dopo mi sono recato a Bari per un incontro. Quando sono in giro incastro gli appuntamenti cercando di farne più insieme. Ma se Primavera Alternativa crede che abbia fatto qualcosa di illegittimo può fare una denuncia e poi discuteremo nelle sedi opportune. Ricordo che nel 2007 quando Nichi Vendola veniva a fare i comizi a Giovinazzo usava l'auto blu e la scorta, in quei casi nessuno ha detto mai niente».

Lascia il tuo commento
commenti