L'oro giallo

Giovinazzo capitale dell'olio di Puglia, parola di Gambero Rosso

Sul magazine dedicato all'enogastronomia le storie di successo di Depalo-Oleà e Tre Colonne. Tra gli oli migliori anche quelli di Leuci e Ortoplant

Attualità
Giovinazzo mercoledì 13 giugno 2018
di La Redazione
Un ulivo
Un ulivo © n. c.

Giovinazzo capitale dell'olio pugliese. È questo quanto emerge dal reportage dedicato alle aziende produttrici pugliesi sulla versione online del Gambero Rosso, il magazine dedicato all'enogastronomia. Sono ben due (su tre) le aziende giovinazzesi di cui si racconta la storia: Depalo-Oleà e Tre colonne. Entrambe infatti, oltre ad avere ottenuto svariate "Tre foglie", il riconoscimento più alto per un olio, nella guida agli oli d'Italia 2018 del Gambero Rosso, si sono aggiudicati due premi speciali: Depalo-Oleà quello per il miglior rapporto qualità/prezzo (premio ex aequo) assegnato a Giove Monocultivar Coratina; Le Tre Colonne invece quello per il frantoio dell'anno.

Nel racconto dei casi aziendali di successo emerge un minimo comune denominatore: una passione che si tramanda di generazione in generazione e la volontà di continuare a innovare per raggiungere nuovi traguardi. Che si traduce in un olio di qualità capace di imporsi alla ribalta nazionale e internazionale. Ma l'onda giovinazzese nell'ambito della produzione di olio di oliva di alta qualità non finisce qua. Nella guida 2018 ad aggiudicarsi le "Tre foglie" ci sono state altre due aziende giovinazzesi: Leuci e Ortoplant, capaci con i loro vari prodotti di issarsi fino alla vetta della classifica. Un bel record di cui andare fieri.

Lascia il tuo commento
commenti