La nota

120 anni di Azione Cattolica, stasera una festa in parrocchia Sant'Agostino

Nell'occasione saranno intitolate due stanze alla memoria di don Nicola Melone e Angelo Depalma

Attualità
Giovinazzo sabato 12 maggio 2018
di La Redazione
Sant'Agostino
Sant'Agostino © GiovinazzoLive.it

Un incontro per ricordare i 120 ani della Azione Cattolica diocesana. È questo l'obiettivo della manifestazione organizzata dal Consiglio di Azione Cattolica della parrocchia S. Agostino in collaborazione con il parroco Don Beppe De Ruvo in programma oggi pomeriggio, sabato 12 maggio alle ore 17, presso i locali della stessa parrocchia. Durante la festa inoltre saranno intitolate due stanze dei locali parrocchiali a Don Nicola Melone e ad Angelo De Palma.

«Appartenere all’Azione Cattolica - si legge in una nota - è una vocazione che si rinnova di anno in anno e che da 150 anni tiene insieme generazioni offrendo loro una proposta formativa attenta alla vita, aderente al Vangelo e orientata alla missione. Con la missione di formare laici responsabili, uomini fino in cima sul nostro territorio diocesano è presente da 120 anni e quest’anno festeggiamo questo anniversario. E in parrocchia? Difficile definire una data certa ma da alcune fonti rivelano la presenza di adunanze nella nostra sagrestia risalenti agli anni 1940-41. Per questo abbiamo voluto ricordare e intitolare una stanza dei locali parrocchiali a don Nicola Melone Cappellano in quel periodo e primo Parroco della Parrocchia dal 1952. Ma tanti sono stati i laici che con la loro testimonianza e servizio concreto alla Chiesa e alla società hanno contribuito a fare la storia dell’AC. Sicuramente un “laico fino in cima” è stato il professor Angelo De Palma, un uomo di profonda fede e cultura, esempio di laicato maturo che ha incarnato il Concilio, padre attento e marito innamorato di sua moglie la professoressa Maria Campanale anche lei aderente AC da sempre (1964), uomo politico e ottimo docente di lingua francese. Angelo ha ricoperto diversi incarichi associativi parrocchiali ( presidente dal 84 al 86 e dal 89 al 94, educatore e animatore fino agli ultimi giorni di vita nel 2015) e diocesani ( presidente diocesi di Giovinazzo dal 1976 al 79 e consigliere AC diocesi di Molfetta). Doveroso dedicare anche a lui una stanza della nostra parrocchia con l’impegno di ricordarlo con future iniziative e momenti di preghiera».

Lascia il tuo commento
commenti