L'iniziativa

I presepi giovinazzesi in mostra anche a Molfetta

L'esposizione, inaugurata ieri, resterà aperta al pubblico presso il seminario vescovile fino al 6 gennaio

Attualità
Giovinazzo martedì 05 dicembre 2017
di Angelo Ciocia
Uno dei presepi esposti nella mostra del Seminario vescovile
Uno dei presepi esposti nella mostra del Seminario vescovile © Molfettalive.it

Emozioni, fede e tradizioni. Si stringono al seminario Vescovile di Molfetta e resteranno a stretto contatto fino al 6 gennaio.

È stata inaugurata ieri la mostra dei presepi, promossa dall'ssociazione italiana amici del presepe, sezione di Giovinazzo. "Siamo stati scelti su Giovinazzo da don Nino Prisciandaro. Promuoviamo eventi culturali, creiamo mostre. Lo scopo è quello di dare diffusione di questi presepi e siamo ospiti del seminario di Molfetta, come l'anno scorso - Sono le parole di Angelo Sterlacci, presidente dell'associazione - È abitudine non creare vincitori tra i 20 presepi perché non si può decidere chi è il più bello; ognuno ha una storia a se".

Venti presepi, venti stili diversi. Da segnalare, senza dubbio, un presepe a tema egiziano con sabbia autoctona, presepi multietnici con personaggi indiani e peruviani. Ma ancora, un presepe realizzato in quello che era un piatto, un altro ricavato in un cassetto di un mobile, un presepe interamente in carta con i personaggi fatti con gli origami. Presente anche il presepe del compianto mons. Luigi Martella che sarà esposto poi nella cappella del seminario, in maniera permanente.

"Auguro ad ognuno di voi di ricavare un piccolo spazio per un presepe nelle vostre case. Vedendo queste piccole opere chiedo all'associazione italiana amici del presepe e a tutti voi, perché non creare un laboratorio, delle scuole di cartapestai, per formarsi e dare libero sfogo all'ingegno e alla fantasia?" È l'invito di mons. Domenico Cornacchia, prima della benedizione dei presepi e dei presenti.

"Verranno scuole e associazioni di volontariato, gruppi di catechesi e di Azione Cattolica. Spero che la mostra abbia lo stesso riscontro dell'anno scorso", il commento di don Luigi Caravella, rettore del Seminario vescovile. I presepi si potranno ammirare tutti i giorni, tranne i festivi, fino al 6 gennaio dalle 18 alle 21.

Presente anche il sindaco Tommaso Minervini.

Fede, tradizione. Cultura e religione. A braccetto con l'ingegno e la fantasia dei presepi realizzati per questa seconda mostra presso il Seminario vescovile.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette