La nota

Obesity day, oggi la giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione

Comune e Anthropos insieme per la prevenzione. L'assessore Sollecito: «Tema al centro della nostra assemblea delle politiche sociali»

Attualità
Giovinazzo mercoledì 11 ottobre 2017
di La Redazione
Obesity day
Obesity day © Gamberorosso.it

Una giornata per sensibilizzare i cittadini su un tema purtroppo ancora poco conosciuto. Oggi, mercoledì 11 ottobre, ricorre il World Obesity Day l'iniziativa dedicata alla prevenzione dell'obesità e del sovrappeso.

Lanciata per aiutare le persone a raggiungere e mantenere un giusto peso, l'edizione di quest'anno - si legge in una nota - si focalizzerà sulla lotta all'obesità infantile, problema sollevato nel recente report dell'Agenzia delle Nazioni Unite (Ending Childhood Obesity) e per il quale sono state sollecitate azioni della comunità internazionale attraverso la creazione di un apposito sito: obesityday.worldobesity.org. Garantire una vita sana e promuovere il benessere è, infatti, il terzo Obiettivo Sostenibile dell'Agenda dell'Onu da raggiungere entro il 2030.

La dieta mediterranea è considerata un'alimentazione giusta per combattere l'obesità L'OBESITY DAY, la giornata di sensibilizzazione per la prevenzione dell’eccedenza ponderale, nata dall’Adi, l’Aassociazione italiana di dietetica e nutrizione clinica, ha raggiunto i 16 anni di vita. Una manifestazione che va avanti da così tanto tempo e che ogni anno si rinnova con iniziative diverse in diverse piazze e luoghi d’Italia è prova dell’imponente lavoro di chi ha pensato, voluto e organizzato con tenacia questo appuntamento annuale. L'obesità infantile è un problema di notevole rilevanza sociale, risultato di diverse cause più o meno evidenti che interagiscono tra loro. Legata a una eccessiva o cattiva alimentazione, a una ridotta attività fisica, a fattori di tipo genetico-familiare o ad alterazioni ormonali, l’obesità può essere considerata a tutti gli effetti una patologia, in quanto sintomo di un malessere dell’organismo. Secondo le statistiche, di certo non incoraggianti, in Puglia un bambino su quattro è in sovrappeso e uno su sette è obeso. Nonostante i dati parlino chiaro, l’obesità è ancora un problema sottostimato.

Per promuovere azioni di sensibilizzazione e di prevenzione sui disturbi del comportamento alimentare, sull’obesità infantile e sull’acquisizione di stili di vita salutari, la Cooperativa sociale Anthropos di Giovinazzo ha avviato già dal 2010 in molti circoli didattici della provincia di Bari (Giovinazzo, Molfetta e Bitonto) il progetto “Cibiamoci, dedicato appunto alla prevenzione del sovrappeso e dell’obesità in età pediatrica . Promossa con la collaborazione, inizialmente, della Asl Bari , in particolare, dal presidio ospedaliero “Don Tonino Bello” di Molfetta, nel tempo è diventata una “best practice” estendendosi in molti Comuni del distretto sanitario fino ad arrivare al Comune di Brindisi.

Differenziandosi dai più comuni programmi di screening, “Cibiamoci” ha come scopo prioritario la riabilitazione a una corretta alimentazione, evidenziando l’importanza del prendersi cura di se stessi anche attraverso la scelta di cibi sani e nutrienti. L ‘approccio metodologico è di tipo multi professionale e multi contestuale.

Il progetto contribuisce sul piano regionale, e in termini di prevenzione primaria, a ridurre il numero di bambini in sovrappeso o obesi. Tenendo in considerazione gli efficaci risultati ottenuti negli anni, grazie alla sinergia dell’intero staff psico-nutrizionale,costituito da psicologi-psicoterapeuti e biologi nutrizionisti, è sottolineato come molti bambini hanno deciso consapevolmente di prendersi cura di se stessi, supportati dalle loro famiglie e dalle scuole che si sono mobilitate a favore del progetto, diffondendo la cultura della sana e corretta alimentazione. Ma per fare tutto questo è opportuna un’azione programmata, sinergica e continuativa, che coinvolga le famiglia, la scuola e le istituzioni. Perché l’alimentazione è anche cultura.

«Il tema è di rilevante interesse, siamo consapevoli della grande attenzione che protagonisti del sociale come Anthropos stanno riservando a queste criticità emergenti in relazione alla corretta alimentazione”- commenta Michele Sollecito, assessore alle Politiche Sociali e all’Istruzione di Giovinazzo -. Aggiungo che il tema verrà trattato anche durante la nostra terza edizione dell’assemblea delle politiche sociali prevista per la prossima settimana».


Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette