Il tg satirico di Mediaset

Pista ciclabile, in onda il servizio di Striscia la Notizia

Il sindaco Depalma: «Chi ha approvato il progetto in maniera preventiva non ha fatto tutte le verifiche»

Attualità
Giovinazzo venerdì 03 febbraio 2017
di La Redazione
"Striscia la notizia" a Giovinazzo
"Striscia la notizia" a Giovinazzo © Nc

È andato in onda stasera il servizio di Striscia la Notizia, realizzato nelle scorse settimana dall'inviato Pinuccio. Al centro della visita la questione della pista ciclabile tra Giovinazzo e Santo Spirito. 

Pinuccio ha intervistato un autista dei pullman che effettuano il serivizo di linea, che ha affermato che la carreggiata è molto stretta. «In curva è ancora più stretta, se tira vento - ha aggiunto- ti devi fermare perchè con l'altro pullman sbandi. La sosta è scomodissima per l'utenza perchè dobbiamo fermarci e bloccare il traffico. L'azienda ha fatto tutte le segnalazioni del caso».

 Pinuccio inoltre ha aggiunto che il Comune ha stanziato circa 60mila euro per il completamento dell'opera e per modificare le piazzole di sosta per le fermate degli autobus di linea che sarebbero dovute essere, secondo l'inviato di Striscia, di 12 metri invece sarebbero di 8.

«Nella pubblica amministrazion abbiamo persone spesso non all'altezza e noi siamo uno di quei casi - ha risposto il sindaco Depalma-. Chi ha approvato in maniera preventiva il progetto non ha avuto attenzione a fare tutte le verifiche. I 60mila euro serviranno per allungare i cordoli, realizzare le piazzole e completare il sistema di illuminazione pubblica». 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ha scritto il 06 febbraio 2017 alle 07:11 :

    sarebbe meglio dire che nella pubblica amministrazione ci sono amministratori come nel caso di giovinazzo non all’altezza del loro compito per cui sono stati eletti Rispondi a

  • Ing. Luigi Fanizzi ha scritto il 04 febbraio 2017 alle 14:09 :

    Non si possono sempre riversare i danni di incompetenze amministrative sui cittadini e sull’ambiente visto che non ci sono impatti ambientale ed economico maggiori che fare un opera inutile con sperpero di denaro pubblico. L’ennesima beffa nel settore della mobilità, dopo quella della riqualificazione urbana dei lungomare (con tanto di scarichi a mare) e nella gestione dei rifiuti (con tanto di sorpassa).... Rispondi a Ing. Luigi Fanizzi

Le più commentate
Le più lette