Piccole miss crescono… e in fretta

Sedici neanche ventenni hanno giocato a fare le miss per una notte sognando di diventare la Bella d'Italia 2010

Attualità
Giovinazzo domenica 15 agosto 2010
di Giuseppe Dalbis - Foto di Nicola Marinelli
© GiovinazzoLive.it

Vigilia di Ferragosto in bellezza per Giovinazzo.

Ad un anno esatto di distanza dalla finale regionale di Miss Italia 2009, piazza Vittorio Emanuele II si è ridotata di palco e passerella per ospitare la prefinale regionale di Miss Bella d’Italia 2010, concorso nazionale organizzato dalla Fashion & Comunication del patron Franco Buccinà.

Una selezione, la terza per ordine di importanza nel Bel Paese, che sotto i colori biancoverdi si è fatta «moderna, giovane e declinata al femminile» per volere di Carmen Martorana, scelta come responsabile e coordinatrice regionale da Antonio Petrino della Network Promotion, agenzia esclusivista per Campania, Basilicata e Puglia.

L’ex modella e attrice comica, fasciata in abiti eleganti, per la speciale occasione ha rivestito i panni della presentatrice dopo otto anni di assenza dai palchi giovinazzesi.

Con la giusta dose di disinvoltura ha presentato, alle decine di centinaia di curiosi locali e non, le ragazze già selezionate nella serata dello scorso 1 agosto ed in altre occasioni.

A varcare le quinte, sedici fanciulle di età compresa tra i 15 e i 19 anni, metà delle quali nostre concittadine, che hanno avuto per una sera l’occasione di farsi notare con indosso abiti e gioielli da sogno.

Ai loro piedi un tavolo di giurati alquanto affollato.

Sono stati chiamati ad esprimere il loro giudizio: Gianni Carlucci, vice presidente del Comitato Feste Patronali, il consigliere comunale Giuseppe Altieri, in rappresentanza del sindaco, Silvia Viterbo, giornalista di moda e spettacolo dell’agenzia di stampa Condenast.

Ed ancora: Gabriella Marcandrea, collaboratrice del mensile La Piazza, Alina Liccione, indossatrice ed ex concorrente di Miss Italia, Antonella Bavaro, attrice giovinazzese che vedremo nel ruolo di coprotagonista nella prossima stagione di Distretto di Polizia.

E poi: Sabino Bartoli, noto per essere l’autore dell’inno del Bari e il cattivo dello sceneggiato l’Ariamara, Saba Loconsole, la bruna del Mudù, e Mariangela Sasso.

Accompagnato dalla sua giovanissima compagna Federica Vincenti e da Nicola Cunzo, interprete del suo ultimo film "Gli angeli del male", Michele Placido ha presieduto la giuria.

L’attore e regista foggiano ha però fortemente deluso le aspettative, almeno le nostre, per le sue bizze da divo: è arrivato in ritardo, ha risposto dichiaratamente controvoglia alle domande di Carmen Martorana ed è sgattaiolato via furtivamente senza neanche attendere l’incoronazione delle miss.

Molto male per uno che dice di conservare ricordi familiari e d’infanzia nei nostri vicoli, ma alla fine fa a malapena il minimo necessario per portarsi a casa il suo oneroso cachet.

Tutto questo però non ha sconvolto le ragazze che hanno sfilato, posato e ballato giocando a fare le reginette.

La loro giovane età, e per alcune di esse la scarsa esperienza, ha privato la serata della tipica tensione da concorrenza spietata tra chi vuol essere miss a tutti i costi e null’altro nella vita.

Ci è sembrato così di assistere ad un gioco di vanità di sedici amiche, teneramente acerbe fino a ieri.

Sul palco tanta emozione, ma soprattutto tanta bellezza che ha appena iniziato la fase di fioritura: il portamento e lo sguardo birichino e fotogenico già ci sono ma tra pochissimo matureranno i frutti, e chissà che non venga raccolto da qualche nome importante della moda e dello spettacolo.

Il pubblico tifava per le concorrenti giovinazzesi ma si sono posizionate tra le prime cinque solo la lolita Eliana Sifo e la fiera nella falcata Maria Francesca Bove.

Ha vinto, ed è stata incoronata da Vincenza Carrieri Russo, Miss Delaware 2006 e quinta classificata a Miss Italia nel Mondo, Marilena Frisari, bel sorriso e occhi di taglio quasi orientale.

Niente però è perduto: il 20 agosto, nell’Anfiteatro di Ponente di Molfetta, si terrà la finale regionale… e chissà che non ci venga restituito il favore con l’elezione di una splendida giovinazzese come rappresentante della nostra terra alle finali nazionali di inizio settembre in programma a Viareggio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • delfino87 ha scritto il 16 agosto 2010 alle 22:27 :

    se l'anno scorso il comitato feste ha veramente fatto schifo,quest'anno è stato doppiamente schifo...e poi che festa senza una banda forestiera.... valorizzamo la bassa musica di giovinazzo!!! Rispondi a delfino87

  • spinacio ha scritto il 16 agosto 2010 alle 19:02 :

    Bravo COMITATO FESTA PATRONALI che ha pensato bene di guardare le ganbe e tette delle minorenni piuttosto che seguire la novena per la Nostra protettrice! Rispondi a spinacio

  • lager ha scritto il 16 agosto 2010 alle 17:19 :

    ITALIAAAAAA UNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO, ecco lì hanno bisogno di far vedere le gambe!! Rispondi a lager

Le più commentate
Le più lette